CONVENZIONE PEC CNI / ARUBA

E' possibile usufruire della convenzione PEC che il CNI ha stipulato con la società Aruba.
Tale convenzione, in vigore dal 2009 ed attualmente prorogata fino al 31 dicembre 2017, prevede l’attivazione e l'utilizzo gratuito di una casella PEC . 

Dal 1° gennaio 2015 questo servizio viene erogato solo agli iscritti in regola con il versamento delle quote annuali.

L’adesione alla convenzione del CNI comporta l’inserimento dell’indirizzo PEC nel database dell'Ordine e la sostituzione di ogni diverso indirizzo PEC precedentemente comunicato dall’iscritto.

Si sottolinea comunque che ogni iscritto è libero di scegliere il provider della propria casella PEC; l’unico obbligo di un iscritto, che deriva dal D.Lgs. 185/2009, resta quello di comunicare all’Ordine di appartenenza l’indirizzo PEC scelto utilizzando la modulistica predisposta e disponibile sul sito dell’Ordine.


MODALITA' DI RILASCIO

Per richiedere la casella PEC @ingpec.eu in convenzione CNI/Aruba occorre presentare alla Segreteria dell'Ordine l'apposita modulistica unitamente alla copia di un documento di identità.
La richiesta può essere presentata anche da un delegato, munito di delega e di copia del documento di identità del richiedente.
L'Ordine trasmetterà le credenziali richieste all'indirizzo mail ordinario indicato in domanda entro pochi giorni.

Modulistica per richiesta PEC in Convenzione CNI / Aruba 
Caratteristiche PEC in Convenzione CNI / Aruba 

Stampa

CONVENZIONE PEC E BANCHE DATI CON VISURA

L’Ordine ha stipulato una convenzione con Visura Spa sia per il servizio PEC sia per il servizio Banche Dati.

Le convenzioni sono scaricabili dai links sotto riportati:

- CONVENZIONE PEC 

- CONVENZIONE BANCHE DATI

Per tale Convenzione è stato attivato il portale http://portaleingnapoli.visura.it/.

Per le informazioni relative al primo acquisto della casella PEC occorre contattare il Customer Care Visura al 06.6841781 o inviare una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. con oggetto "Nuova casella PEC in convenzione" indicando Cognome, Nome, n. di iscrizione all'Albo dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli e Codice Fiscale.

Per il rinnovo occorrerà seguire le istruzioni che saranno inviate dalla società Visura sulla casella PEC un mese prima della scadenza del servizio.

In caso di impossibilità ad accedere alla casella PEC perchè il servizio è scaduto occorrerà seguire le istruzioni riportate nel documento sottoriportato

- Procedura per il rinnovo della casella PEC ordingna.it

Il costo a carico dell’iscritto è di € 30,00+IVA per 3 anni anziché € 45,00+Iva. 

Gli iscritti che attiveranno il servizio ex-novo o che cambieranno gestore (quindi indirizzo PEC) hanno l’obbligo di comunicare all’Ordine il proprio indirizzo PEC e/o la sua variazione secondo le vigenti procedure previste dall’Ordine.

Ovviamente ogni iscritto è libero di poter attivare la propria PEC con qualsiasi altro gestore che riservi tariffe e/o servizi più vantaggiosi.

Stampa

PEC - INFORMAZIONI GENERALI

La casella PEC (Posta Elettronica Certificata) è stata resa obbligatoria dalla Legge n. 2 del 2009 (rif. Dlgs n. 185/2008, art. 16 comma 7).

Tale Legge prescrive che ogni iscritto ad un Ordine professionale, che eserciti o meno la libera professione, deve dotarsi di un indirizzo PEC e che questo va comunicato all'Ordine di appartenenza.

L'Ordine provvederà, a sua volta, ad inserire gli indirizzi PEC degli iscritti nel REGINDE del Ministero della Giustizia, nel sito INI-PEC del Ministero dello Sviluppo Economico e nell'Albo Unico del C.N.I..

Con tale adempimento l'iscritto assolverà anche all'obbligo relativo alla Normativa antiriciclaggio di comunicare la propria PEC all'Agenzia delle Entrate.

MODALITA' DI COMUNICAZIONE DELL'INDIRIZZO PEC

Gli iscritti devono compilare il Mod. PEC-1 o il Modello di Aggiornamento dati ed inviarlo con le modalità in esso indicate all'Ordine.

L’indirizzo PEC degli iscritti non potrà essere registrato ed inserito negli elenchi previsti dalla Legge 2/2009 se la comunicazione non viene eseguita con le modalità richieste.

E' fatto altresì obbligo agli iscritti di comunicare tempestivamente ogni variazione del proprio indirizzo PEC che dovesse intervenire nel tempo.

A tal fine dovrà essere compilato e inviato il Mod. PEC-2.

Si precisa che l'indirizzo PEC della Segreteria è Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ALLEGATI

Modello PEC-1

Modello PEC-2

- Modello aggiornamento dati

Stampa

INDICE NAZIONALE DEGLI INDIRIZZI DI POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (INI-PEC)

Decreto 19 marzo 2013 del Ministero dello Sviluppo Economico
Indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata delle imprese e dei professionisti (INI-PEC)

pubblicato in G.U. n. 83 del 9 aprile 2013

Come stabilito dal Decreto 19 marzo 2013 quest’Ordine professionale trasmette periodicamente all’INI-PEC l’elenco degli indirizzi di Posta Elettronica Certificata (PEC) degli iscritti.

A tal fine si sollecitano gli iscritti che non hanno ancora comunicato il proprio indirizzo PEC all’Ordine (Legge n. 2 del 2009) ad attivarsi al più presto.

Con tale adempimento l'iscritto assolverà anche all'obbligo relativo alla Normativa antiriciclaggio di comunicare la propria PEC all'Agenzia delle Entrate.

La comunicazione all’Ordine dell’indirizzo PEC deve essere effettuata esclusivamente con l’utilizzo del Modello PEC-1 corredato da copia di un valido documento di identità o con il Modello di aggiornamento dati.

L’indirizzo PEC degli iscritti non potrà essere registrato ed inserito negli elenchi previsti dalla Legge 2/2009 se la comunicazione non verrà eseguita con le modalità richieste.

Modello PEC-1

- Modello aggiornamento dati

Stampa

INI-PEC - INDIRIZZI PEC DI IMPRESE E PROFESSIONISTI ITALIANI

INI-PEC è l'Indice Nazionale degli Indirizzi di Posta Elettronica Certificata istituito dal Ministero dello Sviluppo Economico.

INI-PEC raccoglie tutti gli indirizzi di PEC delle Imprese e dei Professionisti presenti sul territorio italiano.

Senza bisogno di autenticazione o di programmi aggiuntivi, chiunque può accedere alla sezione di ricerca del portale e cercare l'indirizzo di posta elettronica certificata di proprio interesse.

Se l'azienda o il professionista cercato è presente nell'indice,  INI-PEC fornisce all'utente l'indirizzo richiesto.

L'indice viene puntualmente aggiornato con i dati provenienti dal Registro Imprese e dagli Ordini e dai Collegi di appartenenza, nelle modalità stabilite dalla legge.

- Vai al sito INI-PEC

Stampa

SPAM SULLA CASELLA DI POSTA CERTIFICATA

A seguito delle segnalazioni pervenute da alcuni iscritti relative al ricevimento sulla casella PEC di mail di “spam” ed al fine di evitare il ripetersi di tali eventi, si invitano tutti gli iscritti ad abilitare la propria casella PEC al ricevimento di sola “posta certificata”.

Stampa

PEC IN CONVENZIONE CON VISURA SPA - GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE ED ALL'USO DELLA PEC

Per l'utilizzo della PEC e la configurazione dei principali programmi di posta elettronica (Outlook Express, Microsoft Outlook, Eudora) la società Visura a predisposto due guide.

Guida alla configurazione della casella PEC

- Manuale dell'utente - Guida all'uso

E' inoltre possibile configurare uno smartphone android per la consultazione della casella PEC

- Guida alla configurazione della casella @ordingna.it su smartphone android

Stampa

Apertura de cuenta bet365.es