MOROSITA'

Nell'Assemblea Straordinaria del 27/6/2016 è stata assunta la seguente delibera che introduce una gradualità per il contributo spese richiesto:

A partire dal giorno 1/7/2016, agli iscritti che non abbiano versato la quota annuale di iscrizione entro il 31 dicembre dell’anno di riferimento, è richiesto un contributo così calcolato:

fino a max 2 quote non pagate: 15 euro per ogni quota di morosità per un massimo di 30 euro;

fino a max 5 quote non pagate: 30 euro complessivi per le prime 2 quote e 30 per ogni quota di morosità dalla terza in poi per un massimo di 120 euro;

da 6 quote non pagate: 120 euro complessivi per le prime 5 quote e 45 euro per ogni quota di morosità dalla sesta in poi per un minimo di 165 euro.

Gli uffici di tesoreria rimborseranno, a partire dal 1° luglio 2016, la differenza di contributo spese ai Colleghi che hanno sanato la loro morosità nel periodo intercorrente dal 1° luglio 2015 ad oggi.

I piani di rateizzazione accordati con gli attuali contributi nel periodo dal 1° Luglio 2015 ad oggi saranno ricalcolati, provvedendo all’eventuale rimborso (se la rateizzazione è stata ad oggi completata) o riduzione delle rate a scadenza successiva (per rateizzazioni non ancora completate).

In tale seduta di assemblea è stata annullata la delibera assembleare del 23 Giugno 2015, Punto "Azioni di contrasto alla morosità", seconda linea, di seguito riportata: “A partire dalla quota 2016, se il pagamento della quota dell’anno corrente è effettuato dopo la data di scadenza della quota ed entro le ore 24 del 31/12 dello stesso anno all’iscritto è richiesto un “contributo” di 15 euro a parziale copertura dei costi sostenuti dall’Ordine per le azioni di recupero della quota”.

Data pubblicazione Giovedì 21 luglio 2016

Stampa

Apertura de cuenta bet365.es