CONVOCAZIONE ASSEMBLEA

ORDINE INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI NAPOLI

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA

 Ai sensi degli artt. 26 e 27 del R.D. 23.10.1925 n. 2537 e successive modificazioni, l’Assemblea degli iscritti è convocata presso la sede dell’Ordine in Via del Chiostro n. 9 per il 26/06/2018 alle ore 9.30 in prima convocazione e presso la Basilica di San Giovanni Maggiore in Napoli - Rampe San Giovanni Maggiore 14 per il 27/06/2018 alle ore 16.00 in seconda convocazione, con il seguente ordine del giorno:

  1. Relazione del Presidente;
  2. Formazione continua e Commissioni;
  3. Presentazione, e deliberazioni conseguenti, del bilancio consuntivo 2017 e preventivo 2018, dei quali è possibile prendere visione in segreteria a decorrere dal 13/06/2018 (verranno inviati anche via PEC agli iscritti che hanno comunicato all’Ordine il relativo indirizzo);
  4. Varie ed eventuali.

        Il Consigliere Segretario                                                                    Il Presidente
        prof. ing. Andrea Prota                                                          prof. ing. Edoardo Cosenza


Ti ricordiamo che la validità delle adunanze è data in prima convocazione dalla presenza della maggioranza assoluta degli iscritti ed in seconda convocazione qualunque sia il numero degli intervenuti.

Poiché gli iscritti all’Ordine sono circa 13300 è da ritenersi che non sarà possibile raggiungere in prima convocazione il numero delle presenze necessario per renderla valida.

Ti segnaliamo inoltre che su questo sito è disponibile un form di registrazione all’Assemblea che Ti chiediamo di compilare al solo fine di velocizzare la registrazione della Tua presenza che avverrà in loco, previa esibizione di tesserino dell’Ordine o altro documento d’identità.

Ricordiamo a tutti gli iscritti che, anche se non registrati con il form, potranno comunque partecipare all’Assemblea registrandosi al momento sul posto.

Cordiali saluti

IL CONSIGLIERE SEGRETARIO                                       IL PRESIDENTE
         Andrea Prota                                                      Edoardo Cosenza

  

Stampa