Frequently Asked Questions - Formazione Continua

FAQs - Formazione Continua

No. L'Ordine assegna i crediti per gli eventi direttamente organizzati. Non possono essere attribuiti crediti per corsi/convegni/seminari organizzati da altri enti/società.

 

No. Qualora un iscritto eserciti la professione senza aver assolto all’obbligo di aggiornamento della competenza professionale, il Consiglio dell’Ordine di appartenenza è tenuto a deferirlo al Consiglio di Disciplina territoriale per le conseguenti azioni disciplinari.

 

Verranno riconosciuti, per un massimo di 60 CFP, i soli corsi di formazione erogati dagli Ordini territoriali che possano attestare la partecipazione del discente all’evento formativo e che verranno convalidati dal CNI.

 

Si possono conseguire CFP con attività di aggiornamento professionale continuo non formale, informale e formale.

- Sono attività di formazione non formale:
conferenze ed altri eventi specificatamente individuati dal CNI, la frequenza frontale o a distanza di corsi e seminari riconosciuti, compresi quelli obbligatori per legge, la partecipazione a convegni, la partecipazione a visite tecniche qualificate a siti di interesse, la partecipazione a stages formativi.

- Sono attività di formazione informale:
l’aggiornamento legato all’attività professionale dimostrabile, la certificazione delle competenze professionali da parte dell’Ordine, pubblicazioni qualificate, brevetti, la partecipazione qualificata a organismi, gruppi di lavoro, commissioni tecniche e di studio in Italia e all’estero, riconosciuti dal CNI, la partecipazione alle commissioni per gli esami di Stato per l’esercizio della professione di Ingegnere/ Ingegnere iunior, la partecipazione a interventi di carattere sociale/umanitario in occasione di calamità naturali inerenti l’ambito professionale.

- Sono attività di formazione formale:
la frequenza a corsi di master di primo e secondo livello e di dottorati di ricerca, la frequenza di corsi universitari con esame finale.

Il nuovo Regolamento è entrato in vigore il 1° gennaio 2014, verranno però riconosciute alcune attività formative svolte nell’anno precedente, ovvero nel 2013.
A tutti gli iscritti all’Albo degli Ingegneri alla data di entrata in vigore dell’obbligo formativo verranno accreditati 60 CFP.

No. Al termine di ogni corso l’Ordine o l’ente/società accreditati dal CNI provvedono a inviare telematicamente all’anagrafe nazionale l’elenco dei partecipanti e dei CFP conseguiti.

 

Chi si iscrive ad un corso organizzato da un soggetto diverso da un Ordine degli Ingegneri deve accertarsi che il soggetto erogatore della formazione sia stato preventivamente autorizzato dal CNI e che al corso siano stati assegnati i CFP dallo stesso CNI o dall’Ordine territoriale competente.

Questo controllo può essere agevolmente effettuato sulla piattaforma per la formazione continua del CNI (http://www.formazionecni.it/) dove è possibile consultare in tempo reale sia l'elenco degli eventi che quello dei provider accreditati.

Chi si iscrive ad un corso organizzato da un soggetto diverso da un Ordine degli Ingegneri deve accertarsi che il soggetto erogatore della formazione sia stato preventivamente autorizzato dal CNI e che al corso siano stati assegnati i CFP dallo stesso CNI o dall’Ordine territoriale competente.

Questo controllo può essere agevolmente effettuato sulla piattaforma per la formazione continua del CNI (http://www.formazionecni.it/) dove è possibile consultare in tempo reale sia l'elenco degli eventi che quello dei provider accreditati.

Per gli eventi che si svolgono su più giornate i CFP sono riconosciuti solo per una presenza pari ad almeno il 90% del tempo di durata complessiva prevista.
Per gli eventi su singole giornate i CFP sono riconosciuti solo per la presenza all’intero evento formativo.

Il numero massimo di CFP cumulabili è 120.

 

Apertura de cuenta bet365.es