Autocertificazioni Aggiornamento Informale 2021: Comunicato del Consiglio dell’Ordine

Data pubblicazione:
10 Dicembre 2021

Il Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli, presieduto da Edoardo Cosenza, nella riunione consiliare del 7 dicembre 2021, ha ribadito la propria contrarietà alla decisione del Consiglio Nazionale degli Ingegneri (in sigla CNI) di richiedere ai singoli iscritti il pagamento di diritti di segreteria (7 euro) all’atto della presentazione dell’Autocertificazione dell’aggiornamento informale legato all’attività professionale dimostrabile e svolta nel 2021 (art. 5.2 Testo Unico 2018).

Il Consiglio, come già accaduto lo scorso anno, formalizzerà questa posizione in una missiva indirizzata al CNI, in cui si sottolineerà che gli Ordini provinciali già corrispondono annualmente al CNI un contributo di 25 euro per ogni singolo iscritto.

Tale contributo – a giudizio del Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli – è da ritenersi onnicomprensivo di tutti gli oneri a carico del Consiglio Nazionale. Si ricorda, inoltre, che lo stesso, parte della quota annua pagata dal singolo iscritto all’Ordine provinciale, viene corrisposto al CNI, ANCHE PER GLI ISCRITTI MOROSI non in regola con i pagamenti.

Pur nella consapevolezza di non essere attore istituzionale nei processi decisionali del CNI, il Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli, interpretando il comprensibile e condivisibile disappunto dei propri iscritti, invita nuovamente il CNI a rinunciare a questo balzello aggiuntivo, che appare immotivato ed iniquo.

Ultimo aggiornamento

23 Dicembre 2021, 17:51